Recensione Chetoni Prüvit: 39 motivi per non venderli in Italia.

Gli integratori chetogenici Keto//OS di Prüvit sono di grande tendenza, in questo momento.

Se conosci qualcuno che usa Prüvit per perdere peso, probabilmente sarai rimasto stupito dai suoi risultati, millantati sui Social.

  • Ma il loro successo è davvero dovuto a Prüvit?
  • I chetoni esogeni funzionano davvero per la perdita di peso?
  • Esistono pericoli legati ai chetoni esogeni?
  • Prüvit funziona o siamo di fronte alle solite esagerazioni pubblicitarie?

L’azienda sostiene di poter fornire i benefici della chetosi senza richiedere ai clienti di seguire la dieta chetogenica vera e propria, grazie ai suoi integratori chetonici.

Questo articolo esamina gli integratori Prüvit Keto//OS ed esplora le prove scientifiche alla base dell’esistenza e della presunta efficacia dei chetoni esogeni.

Andremo quindi più a fondo in base alle loro affermazioni di marketing, per scoprirlo insieme.

Preparati all’immersione!

Doverosa Premessa.

Disclaimer: nessuna delle informazioni contenute in questo articolo costituisce un consiglio medico; è solo l’opinione di chi scrive e viene pubblicata a scopo puramente informativo.

Si raccomanda agli utilizzatori di seguire le indicazioni del proprio medico riguardo ai prodotti per la chetosi e alla dieta keto in generale.

Soprattutto se si intende usarli a fini terapeutici.

Come al solito, questa non vuole essere una semplice recensione dei chetoni esogeni di Prüvit in sé, ma piuttosto un’analisi dei PRO e dei CONTRO del prodotto e della comunicazione pubblicitaria che viene fatta sul prodotto.

Quindi, è una recensione fatta da un networker, destinata a chi si sta chiedendo se valga la pena, o meno, vendere questo prodotto in Italia.

Se invece pensi che questa recensione sia un dissing all’azienda Prüvit, consiglio il ricovero presso adeguata struttura sanitaria per patologie mentali.

L’azienda Prüvit: Panoramica e Storia.

Poiché a tutti piacciono le scorciatoie, i chetoni esogeni in sostituzione della dieta chetogenica sono ancora popolari, dopo anni dal suo lancio.

Soprattutto in Europa, dove sono considerati la moda del momento.

Prüvit ne sembra ben consapevole, ed è per questo che pubblicizza il suo prodotto come una

“nuova rivoluzione della salute”

che porta gli individui in chetosi,

“senza la necessità di seguire una dieta chetogenica ristretta o a basso contenuto di carboidrati”

(frasi tratte dalle materiali pubblicitari ufficiali Prüvit).

La linea di prodotti Prüvit è una gamma di bevande in polvere, contenenti sali di chetoni esogeni ottenuti da fermentazione.

Secondo i Promoter, gli integratori Prüvit hanno lo scopo di ridurre la fame, favorire la perdita di grasso, aumentare l’energia e migliorare la forza.

Prüvit sostiene di poter “riavviare il corpo” in sole 60 ore grazie ai suoi chetoni, ma questo non significa che diventerai più magro.

Gli studi su questi prodotti hanno rivelato una preoccupante mancanza di prove su tutti i fronti.
L’efficacia di Prüvit è determinata dalla sua effettiva affidabilità e il nostro team di ricerca ha scoperto una serie di altri aspetti che influenzano il risultato.
Inoltre, siamo stati colti di sorpresa da alcuni commenti degli utenti sugli effetti negativi.

Ecco, quindi, un rapido riepilogo per capire se vale la pena provare questa linea.

Prüvit è disponibile per l’acquisto sul sito web ufficiale, e ad un prezzo inferiore su Amazon.

(Sconsigliamo comunque di acquistare da Amazon questo tipo di prodotti, a causa delle frequenti truffe che si rischiano con rivenditori non ufficiali. Si hanno infatti notizie di frodi su Amazon dovute alla contraffazione di prodotti).

Prüvit è un’azienda statunitense fondata nel 2012, da Brian Underwood. La sua sede principale è in Texas.

Brian Underwood è noto nell’ambiente del network marketing per i progetti falliti iZigg Mobile Marketing e RippIn.

I suoi prodotti sono una linea di bevande chetoniche esogene finalizzate alla perdita di peso e alla combustione dei grassi.

Questi integratori dovrebbero aumentare l’energia, frenare l’appetito, aumentare la forza e aiutare a perdere peso.

Nel 2013 l’azienda è apparsa per la prima volta su Internet.

Prüvit ha introdotto sul mercato i suoi chetoni esogeni nel 2015, basandosi sugli studi e i brevetti del Dr. Dominic D’Agostino, dell’Università della Florida del Sud.

Bisogna notare che nei brevetti, nessuna delle applicazioni previste dal Dr. Dominic D’Agostino, o dei claim riconosciuti dall’Ufficio Brevetti, riguarda la perdita di peso.

Keto//OS è stato il primo integratore distribuito da Prüvit.

Tuttavia, la prima versione della formula per la riduzione del peso è stata rilasciata in mezzo a una raffica di recensioni sfavorevoli, che andavano dalle lamentele sul sapore alle affermazioni di assoluta inefficacia.

Successivamente è arrivato Keto//OS MAX.

Keto//OS NAT è la formula più recente e “migliorata”.

Keto//OS, acronimo di “Ketone Operating System” (“Sistema Operativo Chetonico”), è la bevanda chetonica esogena offerta come integratore alimentare da Prüvit, in una varietà di gusti.

NAT è l’acronimo di “Nutritionally Advanced Technology”, “Tecnologia Nutrizionalmente Avanzata”.

Con il lancio degli integratori Keto/OS, Prüvit si è autoproclamata leader mondiale nella tecnologia dei chetoni, nonostante le evidenze dicano altro.

I due gusti originali Keto/OS erano Orange Dream e Chocolate Swirl, che ora sono stati eliminati dalla linea base, e resi disponibili nella linea “Pro” (oggi infatti esistono una serie di linee Prüvit, tutte contenenti sali chetonici, ma con diverse concentrazioni e composizioni).

Di base, Prüvit Keto//OS è un integratore di chetoni esogeni che fornisce ai consumatori una fonte immediata di chetoni esogeni.

Il tipo di chetone presente negli integratori Prüvit OS è chiamato beta-idrossibutirrato.

I gusti disponibili vengono testati mensilmente, e quelli che vendono meno, eliminati.

Tra quelli oggi in commercio, trovi: Swiss Cacao, Chocolate Swirl, Maui Punch, Orange dream e Raspberry Lemonade.

I gusti sono disponibili come “sono” o “carichi”.

Carico significa che la bevanda è infusa di caffeina.

Che cos’è esattamente KETO//OS di Prüvit?

Come detto, Prüvit – KETO//OS è un integratore di chetoni esogeni che promette di fornire chetoni esogeni ad alta biodisponibilità.

Questi chetoni, sempre da sito ufficiale, offrirebbero una migliore riparazione del DNA, più energia, migliore funzione immunitaria, maggior concentrazione.

Il materiale di marketing di Prüvit è infarcito di così tante parole di uso comune nel biohacking che è difficile capire dove finisca la scientificità e dove inizino le esagerazioni del marketing.

È anche difficile ignorare gli apparentemente miracolosi risultati “prima e dopo” diffusi sui social, da coloro che hanno partecipato alla sfida KETO//OS NAT di 10 giorni.

Lo status di Prüvit come azienda di network marketing non contribuisce a rendere più credibili le sue promesse, a causa delle mistificazioni e delle bufale diffuse dai promotori.

In questa recensione dei prodotti KETO//OS – in particolare KETO/OS NAT – scopriremo la verità dietro le affermazioni di Prüvit e scopriremo se ne vale la pena (o se sono davvero troppo belli per essere veri).

Iniziamo con una breve panoramica dei termini chiave del keto.

Poi esamineremo gli integratori Prüvit per la chetosi sotto diversi punti di vista.

La scienza dietro i chetoni esogeni Keto//OS di Prüvit.

Oggi Prüvit offre una varietà di prodotti illimitata, la maggior parte dei quali sarebbe finalizzata allo scopo di aiutare chi li assume ad entrare in chetosi, senza dover seguire la dieta chetogenica.

L’azienda organizza anche una “Keto//Kademy” in cui gli individui possono imparare di più sui chetoni, sui loro prodotti e su come partecipare all’opportunità di guadagno. Il prezzo del biglietto per partecipare alla Keto//Kademy parte da 229 dollari.


Ora, questo articolo non vuole concentrarsi sulla validità della dieta chetogenica, ma per comprendere se i chetoni Prüvit possono davvero rimpiazzare la dieta chetogenica ed evitarti i suoi sbattimenti, innanzitutto, è importante capire qualcosa sulla chetosi e sui chetoni.

Quindi, parliamo un attimo della scienza alla base di Keto//OS (e delle altre polveri chetoniche esogene presenti sul mercato degli integratori).

Prima di entrare nel merito della scienza e degli effetti collaterali della KETO/OS, è necessario conoscere bene alcuni termini poco noti.

Nel corso di questo articolo, vedremo i termini chetosi, chetogenesi, chetoni, corpi chetonici e chetoni esogeni. Si tratta di concetti correlati, ma che presentano alcune notevoli differenze.

La chetosi è il momento in cui il nostro corpo brucia i chetoni come combustibile, e questi chetoni vengono creati attraverso un processo chiamato chetogenesi.

Chetoni e corpi chetonici sono parole identiche ai fini di questo articolo (per conoscere le differenze tra i due, puoi consultare i suti specializzati).

Nei periodi di fame o di restrizione dei carboidrati, il fegato produce corpi chetonici.

Esempi di momenti in cui l’organismo produce chetoni sono i momenti in cui senti la fame, il digiuno prolungato e le diete chetogeniche.

In queste situazioni, l’organismo entra in uno stato metabolico chiamato chetosi e diventa molto efficiente nel bruciare i grassi accumulati, a scopo energetico.

In un processo chiamato chetogenesi, il fegato prende gli acidi grassi e li converte in chetoni che l’organismo utilizza come fonte di energia immediata.

Nei periodi di scarsa disponibilità di zuccheri nel sangue, questi chetoni diventano la principale fonte di energia per quei tessuti in grado di scomporli, compresi quelli del cervello e dei muscoli.

I chetoni prodotti durante la chetogenesi si chiamano acetoacetato, beta-idrossibutirrato e acetone.

Esistono due tipi di chetoni:

  • Chetoni endogeni: Sono i chetoni prodotti naturalmente dall’organismo attraverso il processo di chetogenesi.
  • Chetoni esogeni: Sono i chetoni forniti all’organismo da una fonte esterna, come un integratore alimentare.

Esistono poi due forme di integratori di chetoni esogeni:

  • Sali chetonici: Questa è la forma presente nella maggior parte degli integratori di chetoni disponibili sul mercato, compreso Keto OS. I sali chetonici contengono chetoni che sono generalmente legati a sodio, calcio o potassio per aumentarne l’assorbimento.
  • Esteri chetonici: Gli esteri chetonici sono utilizzati principalmente nella ricerca e non sono attualmente disponibili per i consumatori. Questa forma consiste in beta-idrossibutirrato puro senza altri additivi.

C’è da notare che la maggior parte degli studi scientifici sui chetoni, portati avanti dai militari, si concentrano sugli esteri, e non sui sali.

La maggior parte degli integratori di chetoni esogeni oggi in commercio, tra cui Keto//OS, utilizza invece il beta-idrossibutirrato, quindi i sali chetonici, come fonte di chetoni esogeni.

Premesso tutto ciò, possiamo andare avanti.

Il nostro corpo si basa su due fonti primarie di energia: i grassi e i carboidrati, provenienti dagli alimenti.

La terza fonte sono le proteine, ma al contrario di quanto affermano i video Prüvit, è appunto la terza fonte, e non la seconda in ordine di preferenza.

  • I carboidrati vengono metabolizzati in glucosio, e poi utilizzati come energia.
  • I grassi vengono metabolizzati in corpi chetonici, e poi utilizzati come energia.
  • Le proteine vengono metabolizzate in aminoacidi, e poi utilizzati come energia.

Il glucosio viene poi accumulato nei muscoli sotto forma di glicogeno.

Sebbene il corpo preferisca utilizzare il glicogeno, a volte i muscoli esauriscono questa fonte di energia, e quindi il corpo deve ricorrere ad altro, ovvero ai grassi accumulati.

Quando si segue una dieta chetogenica, i chetoni sono ciò in cui il fegato converte il grasso accumulato.

Ciò avviene con un processo fisiologico – la lipolisi – che fornisce all’organismo energia dai grassi in assenza di carboidrati.

Questi chetoni vengono poi utilizzati come combustibile al posto del glucosio, con numerosi benefici per la salute, tra cui una maggiore energia, un migliore funzionamento cognitivo, la soppressione dell’appetito e la conseguente perdita di peso.

È il principio di qualunque dieta dimagrante.

Mangi meno carboidrati, riduci le calorie da carboidrati, e il tuo corpo inizia a consumare il grasso che hai accumulato.

La combustione dei grassi a scopo energetico è chiamata “chetogenesi”.

La chetogenesi può avvenire durante il sonno notturno, o dopo un’intensa sessione di cardiofitness, ovvero quando il corpo esaurisce il glicogeno immagazzinato.

Il problema è che se torni a consumare carboidrati, il tuo corpo tornerà a preferire quelli.

Una volta mangiati i carboidrati, il corpo tornerà a bruciarli.

Quindi, più carboidrati mangi, meno grasso perderai.

Il corpo umano medio contiene un numero abbastanza alto di calorie provenienti dal grasso immagazzinato, e molti di noi si portano dietro un po’ troppo grasso corporeo.

Come puoi intuire, quindi, c’è un potenziale vantaggio nel rimanere sempre in modalità brucia-grassi.

Soprattutto se sei sovrappeso o obeso.

Questo processo “brucia-grassi” è alla base della popolare dieta chetogenica, una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati studiata per aiutare a raggiungere la chetosi o a diventare una macchina “brucia-grassi”, per perdere peso, diminuire il senso di fame, e migliorare l’energia.

Inoltre, con la vera chetosi, il glucosio nel sangue si abbassa, mentre la concentrazione ematica degli acidi grassi liberi aumenta.

La presenza di chetoni nelle urine non significa che si è in “chetosi”.

I chetoni nelle urine sono normalmente un effetto collaterale della trasformazione del grasso in chetoni come combustibile, ed è una conseguenza di qualunque dieta dimagrante.

Meno calorie, meno carboidrati, meno glucosio, meno glicogeno, più lipolisi, più consumo di grassi, più chetoni nelle urine.

Va da sé che molte persone che seguono una dieta chetogenica pensano di essere in chetosi, ma in realtà non lo sono.

Il problema quindi qual è? Che assumendo i chetoni Prüvit, non si costringe il corpo alla lipolisi.

Anzi, se non si segue una dieta chetogenica, il corpo brucia i chetoni di Prüvit per l’energia (finché dura), lasciando intatte le riserve di grasso.

Ciò significa che assumendo chetoni esogeni, anche se si segue una dieta chetogenica, i chetoni Prüvit non fanno altro che aggiungere calorie.

Circa 50 con ogni bustina.

A che scopo?

Con Prüvit, sicuramente le tue urine conterranno chetoni, ma solo perché li hai appena assunti con l’integratore!

Diversi test compiuti da esperti, in soggetti che non stavano seguendo diete chetogeniche, lo hanno dimostrato.

Dopo aver fatto bere i chetoni ai pazienti, hanno testato le urine, nel tempo.

Il livello di chetoni riscontrato nelle urine era solo “moderato”, circa 1,5 mmol/L.

Gli esperti di chetosi ritengono che i livelli di chetoni debbano essere di almeno 3,0 mmol/L, perché vi sia una perdita di peso significativa.

Il doppio.

Inoltre, il livello di 1,5 mmol/L. è diminuito bruscamente nel corso di poche ore (3-4).

Il che significa che i chetoni entravano dalla bocca e uscivano subito dopo da… sotto.

In altre parole, i chetoni di Prüvit non si sono mai accumulati nel sangue abbastanza a lungo per ottenere un qualche effetto.

Si tratta di soldi letteralmente buttati nel cesso, a secchiate, due volte al giorno.

Il corpo continua a bruciare carboidrati, per ottenere energia.

E così farà anche il tuo, se usi Prüvit e continui a mangiare pane, pasta e pizza.

I chetoni esogeni non fanno entrare in chetosi per la perdita di peso, se non accompagnati da una dieta cheto.

Infatti, è possibile mantenere lo stato di chetosi solo in assenza di carboidrati.

Poiché il corpo preferisce bruciare i carboidrati, non appena si mangia una certa quota di carboidrati, si perde lo stato di chetosi.

Anche la dieta chetogenica porta il corpo in chetosi, ma è molto rigida: prevede infatti meno di 20 grammi di carboidrati al giorno.

Per intenderci, calcola che una tazza di riso contiene circa 48 grammi di carboidrati.

Con tre bocconi, perdi lo status di “brucia-grassi”.

È improbabile quindi che i chetoni esogeni Prüvit apportino davvero grandi benefici, in termini di dimagrimento, se si continuano a mangiare carboidrati mentre si assume il prodotto.

Quindi..

  • Senza un’adeguata dieta chetogenica, Keto//OS è inutile per perdere peso.
  • Se stai già seguendo una dieta chetogenica, Keto//OS è inutile per perdere peso.
  • Qualunque cosa tu faccia, Keto//OS è inutile per perdere peso.

Proprio perché la dieta chetogenica è così rigida, la promessa di Prüvit è molto allettante.

Ma come tutto ciò che sembra troppo bello per essere vero… lo è.

Siamo di fronte a una bufala bella e buona.

Quindi, alla domanda: i chetoni esogeni possono rimpiazzare davvero una dieta chetogenica, l’unica risposta scientifica è: “No, non esiste nessuna evidenza scientifica!”.

I prodotti Prüvit funzionano davvero?

Le linee prodotti principali di Prüvit sono le seguenti:

  • Keto//OS Nat
  • Keto//OS Prø
  • Keto//OS Nat Lite
  • Prüvit Pulse App
  • Signal//OS AM/PM
  • Keto Reboot System
  • Keto//Up
  • Better//Broth
  • Keto//Kreme
  • MCT//143
  • Mito//Plex
  • 24fast

Questi prodotti funzionano davvero?

Spesso i produttori commercializzano i loro prodotti con un marketing molto aggressivo, e questo può generare confusione nel consumatore.

I Promoter, poi, per vendere qualche unità in più, non disdegnano di fare promesse e affermazioni che spesso sono in contrasto con gli stessi regolamenti aziendali, e con le leggi dello Stato, come accaduto negli Stati Uniti, tanto da spingere l’Antitrust a intervenire ai danni di Prüvit (ne parlerò più avanti nell’articolo).

In più, negli Stati Uniti la legge permette maggiore libertà sulle affermazioni riguardo alle virtù terapeutiche degli integratori, che in Europa, invece, sono assolutamente vietate.

Anche di questo parleremo fra poco, ma per farti intendere: Prüvit nelle confezioni destinate al mercato americano (Stati Uniti, Canada, Messico), riporta la dicitura “Therapeutic”, che in Europa (e in Italia) è riservata ai farmaci.

Quindi, queste confezioni in Italia non sarebbero mai autorizzate alla libera vendita.

Abbiamo verificato che le affermazioni del produttore corrispondano a ciò che il prodotto effettivamente fa, compreso ciò che si può dire in Europa e in Italia, quando si promuovono integratori alimentari.

Sintetizziamo un attimo quanto detto nel la sezione sulla scienza dietro questi prodotti.

I chetoni vengono rilasciati quando l’organismo inizia a scomporre i grassi, anziché utilizzare i carboidrati come fonte di energia.

Questo fenomeno si chiama chetosi ed è il risultato atteso di una dieta cheto.

Questo integratore funziona fornendo all’organismo un surplus di chetoni esogeni sotto forma di sali chetonici.

Prüvit sostiene che la sua bevanda a base di chetoni esogeni può incoraggiare il corpo dei consumatori a raggiungere la chetosi in soli 60 minuti, dopo aver bevuto il prodotto.

Il suo scopo sarebbe quello di avviare l’organismo verso la chetosi senza dover impiegare tempo ed energie per seguire una dieta cheto tradizionale, più rigorosa.

Questi chetoni esogeni, tuttavia, dai dati in nostro possesso, non fanno entrare affatto il corpo in chetosi.

Il loro effetto è solo quello di sostenere l’organismo in chetosi, a condizione che si segua già una dieta chetogenica rigorosa.

In più, come vedremo fra poco, Keto//OS non è destinato affatto a sostituire una dieta chetogenica.

Quindi, questo tipo di prodotti Prüvit funziona meglio come supporto energetico a chi sta già seguendo una dieta chetogenica e un regime di esercizio fisico.

Come una qualunque bevanda energetica.

Non solo non ti aiuta a raggiungere la chetosi in modo più veloce, ma se non cambi nulla della tua dieta, ti accorgerai di ricavarne più effetti collaterali che benefici per il tuo benessere.

Ad esempio, ti accorgerai di aver speso soldi inutilmente.

Ma quanto è unico Keto//OS di Prüvit rispetto agli altri?

Per capirlo, analizziamo le promesse contenute nel sito ufficiale, dimenticandoci per un attimo le affermazione dei Promoter Prüvit più sfacciati.

Il sito “Prüvit Now” promette:

  • “Meglio: Perdita di Grasso”
  • “Meglio: Energia”
  • “Meglio: Concentrazione”
  • “Meglio: Forza”
  • “Meglio: Sonno”
  • “Meglio: Umore”

Già l’italiano approssimativo non aiuta a conquistare la nostra fiducia e credibilità, ma andiamo avanti.

Prüvit Keto//OS è un integratore di chetoni esogeni che promette di migliorare l’energia, la concentrazione e la perdita di grasso.

E qui appare già una prima, enorme, contraddizione.

“Meglio: Perdita di Grasso”.

Questa affermazione è praticamente la linfa vitale del marchio Prüvit.

Ma davvero Prüvit dovrebbe migliora la “perdita di grasso”?

Come anticipato, mentre la dieta chetogenica è stata associata a tutti gli effetti ad una perdita di peso (non maggiore nel tempo rispetto ad altre diete, tuttavia), non esistono studi sul ruolo dei chetoni esogeni in un processo di dimagrimento.

Secondo i promoter che li pubblicizzano, i beveroni Prüvit spingerebbero il corpo in chetosi, ovvero Prüvit riuscirebbe a ricreare quelle condizioni metaboliche tipiche di una dieta chetogenica, basata su un’alimentazione pressoché priva di carboidrati.

I promoter più spudorati, si spingono fino alla promessa che Prüvit faccia dimagrire.

Ma tutto ciò è vero?

La risposta breve è: no, e chi lo dice, ti sta truffando.

I beveroni Prüvit NON portano il tuo corpo in chetosi e NON sono parte di una dieta dimagrante.

Anche i brevetti originali del Dr. Dominic D’Agostino, si basano su studi condotti per altri scopi.

La stessa azienda, nelle sue Policy e Procedure (14.3 Uso di nomi di società e materiali protetti) dichiara:

https://support.justPrüvit.com/hc/en-us/articles/360052011752-Policies-Procedures

Un Promotore non deve affermare o implicare che il prodotto KETO // OS possa essere assunto come parte di una strategia di perdita di peso.

Il prodotto KETO // OS avrebbe lo scopo principale di aiutare a elevare i chetoni nel sangue, che possono portare a una diminuzione delle voglie di cibo, aumento della sazietà e livelli di energia migliorati.

Puoi perdere peso con i Chetoni esogeni di Prüvit?

Prüvit dichiara di no, e di non essere un sistema per la perdita di peso.

Il loro prodotto infatti, è stato progettato solo per immettere chetoni nel corpo, e favorire la chetosi.

Non per dimagrire.

Le persone sono curiose di conoscere Prüvit, sperando che la bevanda magica faccia perdere peso senza dieta o esercizio fisico.

Tuttavia, i promotori, utilizzando tattiche ingannevoli, hanno dato al prodotto una cattiva reputazione, omettendo di menzionare i drastici cambiamenti necessari, apportati alla loro dieta nel tentativo di perdere peso.

E questo è un grave problema.

Ancor più grave è che il marketing aziendale contraddica le sue stesse linee guida.

L’azienda sostiene che l’assunzione del suo integratore può aumentare energia, concentrazione, forza, sonno, umore.

Prüvit afferma inoltre che la sua formulazione ‘NAT’ – Nutritionally Advanced Technology:

“supporta la funzione cellulare sana, supporta la funzione immunitaria sana e aumenta gli aminoacidi essenziali necessari per ottimizzare la composizione corporea”.

In che modo, non è dato saperlo.

Ma sono gli stessi benefici promessi dalla dieta chetogenica.

E non risultano studi che dimostrino che Keto//OS possa davvero offrire questi vantaggi.

Inoltre, i chetoni non possono essere venduti né in Europa né in Italia (lo vedremo tra poco), e nessuno di questi è un claim approvato dal Ministero.

Quindi, evitiamo di parlarne, e andiamo oltre.

“Entrare in chetosi entro 60 minuti”.

Questo dovrebbe essere il punto di forza di Prüvit.

Poiché entrare in chetosi è impegnativo e rimanervi è ancora più difficile, quando si segue la dieta keto, spesso si ha bisogno di un po’ di aiuto e l’aggiunta di chetoni esogeni può sembra la scorciatoia necessaria per raggiungere l’obiettivo.

Tuttavia, se non si segue la dieta keto, prendere Keto/OS non ti offrirà alcun beneficio.

Non si tratta di una soluzione rapida ai problemi legati alla dieta keto.

Secondo la scienza, questa induzione alla chetosi è semplicemente impossibile: il beta idrossibutirrato esogeno potrà simulare la chetosi, ma di certo non indurla.

Ovvero, somministrando beta-idrossibutirrato, aumenta la sua concentrazione nel sangue; esattamente come bevendo una bevanda zuccherata, aumenta la presenza di zuccheri nel sangue.

Ecco perché è possibile trovarne traccia nelle urine.

Ma non si innescano i cambiamenti metabolici che sono, invece, indotti esclusivamente dalla carenza di carboidrati.

Per fare un paragone, è un po’ come quando si fa la tinta: colorando i capelli dall’esterno si potranno coprire i capelli bianchi esistenti, simulando di non averne, ma non invertire quei processi di invecchiamento che sono responsabili della loro comparsa.

Fonte: Blog della Dott.ssa Marinella Broccoli, biologa nutrizionista.

Sono semplicemente un modo costoso (da 3 a 6 dollari a bustina), per avere più energia due volte al giorno.

Gli ingredienti di Prüvit Keto//OS NAT.

Molti produttori cercano di approfittare della popolarità della dieta keto creando integratori con ingredienti che potrebbero non essere necessari e non all’altezza degli standard sanitari.

Ci siamo assicurati quindi di esaminare l’elenco degli ingredienti in modo critico.

D’altronde, Prüvit fa molte affermazioni importanti.

Molte aziende produttrici di integratori alimentari fanno le stesse promesse esagerate, ma l’efficacia dei loro prodotti è discutibile.

Sta succedendo lo stesso con Prüvit?

Secondo alcune fonti, Keto//OS NAT sarebbe il primo e attualmente l’unico integratore di chetoni a fermentazione naturale.

Secondo Prüvit, i sali di BHB fermentati, in attesa di brevetto, sono più solubili in acqua e quindi si assorbono più rapidamente nel sistema rispetto agli altri, inducendo la chetosi in tempi più brevi.

Diamo un’occhiata all’elenco degli ingredienti di Keto//OS.

Una confezione di Prüvit Keto//OS Nat contiene:

  • 5 mg di vitamina B6
  • 0,1 mg di vitamina B12
  • 240 mg di calcio
  • 235 mg di magnesio
  • 910 mg di sodio

Calcio, magnesio e sodio sono gli elettroliti che dovrebbero combinarsi con i chetoni per favorirne l’assorbimento, e ridurne gli effetti negativi.

L’ingrediente attivo è un intruglio “proprietario”, chiamata “N8 Max NAT (12,6 mg)”.

Questa miscela contiene un sale cheto, KetoNAT (R-Beta-Idrossibutirrato), L-taurina, L-leucina fermentata e C-Med 100 (corteccia interna di Uncaria Tomentosa).

La composizione esatta della miscela, con il quantitativo per ogni ingrediente, non è riportata.

E questo è un altro problema, che perché in Europa, la legge impone alle aziende di pubblicare la dose esatta di ogni ingrediente.

Altri due ingredienti della lista, la Stevia e l’Eritritolo, sono dolcificanti naturali a basso indice glicemico.

Gli altri ingredienti sono riempitivi, coloranti, conservanti etc.

Esistono due versioni del prodotto: Charged e Caffeine Free.

Non ci sono differenze tra le due versioni, a parte il contenuto di caffeina.

Charged contiene infatti l’equivalente di 12-16 once di caffè, ma la quantità esatta non è specificata.

Poco o tanto?

Per fare un paragone, considera che una tazzina di caffè espresso all’italiana contiene 8 once di caffeina.

C’è una evidenza che vale la pena notare e che può creare un po’ di confusione.

Il fatto è che pochissimi degli ingredienti di Prüvit sembrano avere a che fare con i chetoni, la chetosi o la promozione della chetosi.

Anche per questo, non riteniamo che le ricerche mediche condivise da Prüvit, di cui parleremo fra poco, siano particolarmente convincenti sul funzionamento del prodotto.

Recensione della miscela di vitamine e minerali Prüvit.

KETO//OS contiene una miscela di vitamine e minerali come parte dei suoi principi attivi.

Le persone in chetosi possano avere un fabbisogno elettrolitico più elevato, è vero, ma il dosaggio di sodio è pari a ben 910 milligrammi (mg) per bustina.

Considerando che la dose giornaliera raccomandata è di 1500, ogni bustina raggiunge da sola il 75% del totale, siamo ben oltre soglia consigliata per una dieta sana.

E sappiamo bene che un alto consumo di sodio sia tra i principali responsabili di ipertensione, osteoporosi e obesità.

KETO//OS contiene inoltre una miscela all’apparenza ingiustificata di vitamine del gruppo B: 5 mg di vitamina B6 e 100 microgrammi (mcg) di vitamina B12.

Il marchio non condivide alcuna informazione sulla pagina del prodotto che spieghi la presenza di questi principi attivi.

Le vitamine B possono causare la sensazione percettibile di un aumento d’energia, che i consumatori potrebbero attribuire per errore allo stato di chetosi, poiché la B12 agisce direttamente sui nervi; questo potrebbe essere il motivo della loro presenza come ingrediente.

Nel complesso, la miscela di vitamine e minerali comunque non convince.

Recensione della miscela chetonica Prüvit.

La seconda sezione degli ingredienti attivi di KETO//OS è costituita da una miscela di chetoni (“N8 Max NAT Blend”) con una dose totale di 12,6 grammi (g).

Marchiato come KetoNAT, l’R-beta-idrossibutirrato è il primo ingrediente elencato, ed è l’ingrediente che dovrebbe indurre la chetosi entro 60 minuti, quando viene consumato.

Il principale ingrediente attivo di Keto//OS è quindi costituito da sali di beta-idrossibutirrato, altrimenti noti come sali di BHB.

Esattamente come la maggior parte degli altri integratori di chetoni esogeni della concorrenza.

I sali chetonici sono chetoni legati a elettroliti o aminoacidi, che possono essere disciolti in acqua.

Keto//OS utilizza sodio, calcio e magnesio come sali chetonici.

Il BHB si lega a questi minerali.

Questo è il motivo per cui il contenuto di calcio, magnesio e sodio del prodotto è così elevato.

Il problema è che non conosciamo la dose di questo ingrediente perché è “nascosto” in una miscela.

Keto//OS contiene anche due aminoacidi, la taurina e la leucina.

Questi aminoacidi sono ottimi per l’organismo e sono noti per contribuire a ridurre i livelli di stress.

Tuttavia, la maggior parte delle persone assume già questi due aminoacidi dall’alimentazione di tutti i giorni, e non appaiono certo necessari in un integratore keto.

La L-taurina è il secondo ingrediente attivo di questa miscela; esiste un solo studio medico, non conclusivo, che suggerisce che la taurina abbia benefici aggiuntivi, se assunta con i sali chetonici.

La taurina è un aminoacido essenziale, di cui l’organismo ha bisogno in misura maggiore nei periodi di maggiore stress o di malattia.

Tuttavia, il nostro corpo la produce in maniera naturale, senza bisogno di introdurla dall’esterno.

Il suo uso è divenuto più frequente da quando la RedBull l’ha reso famoso, ma non esistono benefici riconosciuti dalla comunità europea, tali da consigliarne l’integrazione due volte al giorno.

La l-leucina fermentata è il terzo ingrediente attivo della miscela chetonica, e la seconda proteina elencata.

Si tratta di un aminoacido che l’organismo non produce in maniera naturale.

La pagina del prodotto non contiene alcuna informazione sul motivo dell’inclusione di questo ingrediente o sui suoi benefici.

Questo aminoacido è considerato chetogenico sulla base di un’analisi medica, ma non abbiamo trovato dati che suggeriscano che abbia vantaggi sulla chetosi.

Inoltre, non sappiamo perché Prüvit abbia utilizzato una versione fermentata.

Infine, non ci sono prove a sostegno del fatto che i loro sali chetonici “fermentati naturalmente” vengano assorbiti più rapidamente o rimangano nel corpo più a lungo di qualsiasi altro integratore di sali chetonici.

Per quanto questi aminoacidi siano importanti per la salute generale e possano avere effetto sulle prestazioni sportive, la maggior parte delle persone ne ricava già una quantità più che sufficiente dagli alimenti.

È interessante notare che la maggior parte dei benefici che la L-Taurina e la L-Leucina sono note per apportare, sono gli stessi di una dieta keto corretta.

L’ultimo ingrediente attivo di questa miscela è il C-Med 100.

Il C-Med-100.

Prüvit contiene una formula brevettata chiamata C-Med 100, che è costituita da estratti di “Unghia di Gatto” e “estratti acquosi”, un termine che non significa assolutamente nulla.

Estratti di cosa?

La parola “acquoso” significa semplicemente “contenente acqua”.

Il brevetto non appartiene nemmeno a Prüvit. Il C-MED-100®, infatti, è un marchio dell’azienda Optigenex.

C-Med 100 non è altro che il vecchio nome di una varietà di vite più comunemente nota come “Unghia di Gatto”, il cui nome commerciale negli Stati Uniti è oggi AC-11 (DNA repair).

L’AC-11 viene da qualche anno promosso come formula in grado di favorire la rapida riparazione e l’allungamento dei telomeri del DNA.

Ma nonostante il nome promettente, non vi sono studi esaustivi che giustifichino queste promesse.

Anche le prove sul suo ruolo all’interno della chetosi rapida, o della perdita di peso, sono ancora lontane dall’essere confermate.

Il sito web di Prüvit contiene una sezione che raccoglie gli studi sul C-Med 100.

Ma anche se il supporto di qualche ricerca è meglio di niente, nessuno dei dati presentati appare particolarmente utile a capire se l’intera formulazione sia davvero efficace.

Uno dei motivi per cui la sezione degli studi scientifici di Prüvit è inutile, è che non vengono dichiarati i dosaggi di C-Med 100 nella formulazione Prüvit.

Quindi, anche se il C-Med 100 risultasse efficace per i benefici dichiarati, i consumatori rimarrebbero comunque dubbiosi sull’effettiva efficacia del prodotto, perché non vengono condivise informazioni sulla quantità di C-Med 100 contenuta nel prodotto.

Inoltre, la maggior parte degli studi sono in vitro (studi in provetta) o studi su animali, che rappresentano uno standard di prova molto più debole, rispetto agli studi sull’uomo.

Stupisce che dopo 20 anni dallo sviluppo del brevetto, nessuno si sia mai preso il disturbo di fare un test sull’uomo.

Per giunta, nel 2023 scadrà il brevetto, e chiunque potrà copiarlo.

Approfondiremo l’aspetto delle prove scientifiche presentate da Prüvit sul C-Med, in un paragrafo dedicato più avanti.

Recensione degli ingredienti inattivi.

KETO//OS contiene un elenco di ingredienti inattivi e la caffeina risulta inspiegabilmente elencata fra questi.

La caffeina è nota per essere un ingrediente attivo, soprattutto a una dose pari a quella di due caffè (come sostengono i produttori).

La caffeina è un alcaloide, uno stimolante, che può causare problemi di salute in alcuni soggetti sensibili.

Pertanto, le direttive europee obbligano i produttori ad evidenziarne in etichetta la concentrazione.

È una questione di sicurezza per l’utente, e un obbligo per chi lo vende.

Prüvit non lo fa; si limita a dichiarare che

“la caffeina equivale a una tazza di caffè da 16 once”.

Ovvero, due espressi italiani.

Keto OS utilizza la caffeina per dare ai consumatori una sferzata di energia durante la giornata.

Tuttavia, la caffeina non è utile per la perdita di peso, e non è nota per indurre la chetosi.

Può essere però utilizzata per sopprimere l’appetito.

Nel complesso, questa formula non colpisce più di tante altre equivalenti, che costano da 2 a 3 volte meno.

L’ingrediente principale: KetoNAT di Prüvit.

KetoNAT è il marchio registrato del ” R-Beta Hydroxybutyrate” (BHB), di Prüvit.

In italiano “sali sodici β-idrossibutirrato”, i sali chetonici sono una scoperta degli scienziati che creano alimenti per i Navy Seal americani.

Ma esistono già in alcuni frutti.

Ad esempio, i lamponi contengono chetoni esogeni in forma naturale.

Da cui dovrebbero essere estratti quelli usati da Prüvit.

Il più grande problema di Prüvit, rispetto a tutta la concorrenza, oltre all’assenza di brevetti esclusivi, è che non viene indicata la concentrazione di BHB per bustina.

Inoltre, fino ad oggi, non sono emerse prove scientifiche che confermino se assumere chetoni esogeni possa fornire gli stessi benefici di una chetosi nutrizionale attraverso la dieta, che genera invece chetoni endogeni.

Uno studio di revisione sistematica del 2020 ha trovato prove contrastanti sui benefici dell’assunzione di sali chetonici per migliorare le prestazioni fisiche.

https://academic.oup.com/advances/article/11/2/412/5581738?login=trueAminoacidi

Un piccolo studio del 2017 ha rilevato che una bevanda chetonica riduce la grelina (l’ormone della fame), e quindi l’appetito.

Ma 400 euro al mese solo per ridurre l’appetito, sembra un po’ uno schiaffo alla miseria.

Il tempo di permanenza dei chetoni esogeni nel sistema varia a seconda di cosa e quanto si mangia e del livello di esercizio fisico, ma in genere durano solo poche ore.

La verità è che i chetoni esogeni sono allo studio per combattere alcune malattie dovute all’abuso di carboidrati, come il diabete, e per fornire energia alternativa in situazioni professionali particolari, come lo sport agonistico e le operazioni militari ad alto rischio, come quelle dei Navy Seal.

L’uso di chetoni in ambiti “civili” appare non solo costoso, ma anche non necessario e poco intelligente; l’unico vantaggio sembra esistere a favore di chi li vende.

I brevetti Prüvit.

Facciamo un po’ di chiarezza sulla questione dei brevetti.

I distributori di Prüvit nel loro marketing parlano di un prodotto brevettato, con ben 8 brevetti attivi.

Ma questo non è vero.

Piuttosto, Prüvit ha presentato una domanda di brevetto, che non garantisce però affatto la concessione di un brevetto all’azienda.

La verità è che Prüvit acquista ingredienti brevettati dai suoi fornitori, e li inserisce nei suoi integratori.

Esistono anche procedure brevettate da terzi per la produzione di alcune sostanze presenti negli integratori  Prüvit , che però sono e restano di proprietà delle aziende produttrici.

Inoltre, Prüvit non collabora con la NASA per sviluppare la ricetta dei suoi integratori.

La collaborazione con la NASA è solo una delle tante bufale.

I brevetti riguardano in sintesi:

L’estrazione di un ingrediente per integratori, dalla pianta “Uncaria tomentosa”, detta “unghia di gatto”, con un procedimento brevettato da Optigenex.

Tale ingrediente è, come puoi intuire, il C-MED-100®,

La produzione di sali di chetoni, con un procedimento brevettato dall’Università della Florida del Sud.

Tale ingrediente è, come puoi intuire, il BHB, che Prüvit usa nel N8 Max NAT Blend.

Alla stessa Optigenex appartengono tutti i brevetti relativi all’Uncaria che Prüvit cita nei suoi prodotti.

Prüvit acquista da Optigenetix un certo quantitativo di C-MED-100®, protetto dai brevetti, lo mischia insieme ai sali di chetoni BHB, e lo marchia.

(Andrebbe chiarito come mai in alcune pagine dello stesso sito PrüvitNow, il marchio C-MED-100® venga identificato come di proprietà della Prüvit, mentre in altre viene dichiarato della Optigenex)

Per referenza, riporto i bevetti.

Brevetti del C-MED-100®:

6,964,784 | 7,579,023 | 7,595,064 | 7,955,626 7,947,312 | 8,372,449 | 8,372,448

Brevetti per produrre sali chetonici:

9,675,577 | 9,138,420

I chetoni esogeni Prüvit possono rimpiazzare una dieta chetogenica?

Le recensioni di Prüvit sono molto ottimistiche sul sito web dell’azienda, con numerose testimonianze che affermano che questa bevanda ha accelerato il processo di perdita di peso.

Il sito sostiene che l’azienda ha distribuito oltre 131 milioni di dosi di chetoni nel mondo.

Anche sul sito, Prüvit ora specifica che la Food and Drug Administration non ha approvato i prodotti. né le dichiarazioni dei clienti soddisfatti, e avverte che gli utenti possono ricevere risultati diversi.

Tuttavia, ci sono molte recensioni su Amazon che dimostrano che non funziona per tutti.

Il numero di persone che elogiano e condannano Prüvit si divide a metà, e il rapporto varia a seconda del venditore.

Inoltre, bisogna tenere conto delle truffe su Amazon, e delle versioni contraffatte.

Pertanto, chi intende acquistare questo prodotto su Amazon, dovrebbe fare attenzione alla scelta del distributore.

Anche una rapida ricerca sui siti web di recensioni di prodotti dietetici fornisce risultati contrastanti.

(Occhio alla truffa su Amazon, che è sempre dietro l’angolo).

Altri affermano di non aver visto alcun risultato e di aver sperimentato una tonnellata di effetti collaterali sfavorevoli.

Ancora una volta, il rapporto tra recensioni positive e negative sembra essere pari, quindi l’unico modo per sapere se Prüvit può fare al caso tuo, può essere quello di testarlo personalmente.

Benefici e risultati di Prüvit.

Mentre ci sono molti benefici noti e comprovati derivanti dal seguire una tradizionale dieta keto, sotto il controllo di un medico esperto, sembra che non ci siano studi significativi sull’uso di Prüvit per la perdita di peso, il che significa che come prodotto, Prüvit Keto//OS è lontano dall’essere scientificamente supportato.

Senza ricerche a sostegno, le prove che potrebbero supportare una validità dei chetoni esogeni di Prüvit sono carenti e probabilmente è il motivo per cui i prodotti Prüvit hanno ricevuto recensioni negative anche da medici ed esperti della nutrizione.

D’altra parte, il sito web di Prüvit afferma che diversi specialisti di esercizio fisico, dieta e salute collaborano con l’azienda e ne approvano la causa e la missione.

Tuttavia, questi specialisti spesso rappresentano l’azienda, e parlano dei benefici di Prüvit sui social media dell’azienda.

Insomma, il conflitto di interessi appare piuttosto evidente.

Prüvit ha anche un blog sul suo sito web, chiamato “Ketone Conversation”.

Qui vengono pubblicate soprattutto ricette salutari che utilizzano i loro prodotti come ingrediente principale.

A quanto pare, questo blog offre idee e spunti su come incorporare i loro prodotti in una dieta chetogenica per migliorare la chetosi, anche se non si parla di perdita del peso.

“Prima e Dopo” Prüvit.

La sezione Prüvit prima e dopo sul sito web dell’azienda suggerisce che molte persone, di età compresa tra i 18 e i 50 anni, hanno tratto beneficio dal prodotto e hanno visto risultati.

Per alcuni, il prodotto ha contribuito a mantenere lo stato di chetosi necessario per le loro condizioni di salute.
Per altri, il prodotto ha aiutato a perdere molto peso, fino a 22 kg).

Anche le recensioni positive di Prüvit provenienti da altri siti web come Amazon e da blog di diete descrivono i successi ottenuti nella perdita di peso.

Le recensioni negative affermano che il prodotto non ha aiutato affatto o ha causato un leggero aumento di peso.

La causa potrebbe essere il mancato rispetto di una dieta a basso contenuto di carboidrati o un esercizio fisico limitato, un prodotto contraffatto o un integratore che non funziona bene.

Quel che emerge sempre più in maniera chiara, è che chi ha abbracciato a tutti gli effetti una dieta keto, o la stava già seguendo, ha perso peso.

Chi invece si è limitato a seguire le vecchie abitudini, bevendo i chetoni Prüvit, non solo non ha ottenuto risultati, ma ha magari preso qualche chilo in più.

Quindi, che il risultato positivo o negativo sia dovuto a Keo//OS, resta da dimostrare in ognuno di questi casi.

Risultati di Keto OS NAT: Cosa aspettarsi prima e dopo la sfida dei 10 giorni di Prüvit.

KETO OS NAT contribuisce ad aumentare i livelli di chetoni circolanti nel sangue.

Questo è indubbio.

Le ricerche attuali su integratori simili di sali chetonici suggeriscono che questo picco nei livelli di chetoni può durare al massimo per 3-4 ore.

Oltre a questo, è impossibile dire molto altro sui chetoni esogeni.

Infatti, ogni organismo gestisce questo aumento artificiale dei livelli di chetoni in modo diverso, a seconda della propria genetica, del proprio stato di salute, della propria dieta, dei livelli di attività e dell’attuale livello di cheto-adattamento (o della sua mancanza).

Ecco alcuni dei risultati più comuni da aspettarsi:

  •  Il programma di dimagrimento Keto//OS può aiutare le persone a perdere peso in maniera rapida, grazie alla sua capacità di aumentare la frequenza della minzione e quindi di favorire una rapida perdita di peso dovuta all’eliminazione dei fluidi in eccesso. Ma questo non significa che tu stia effettivamente bruciando grassi.
  • L’utilizzo dei corpi chetonici da parte dell’organismo come carburante ci fornisce una fonte di energia più pulita che può ridurre la probabilità di crolli di energia nel corso della giornata. Più si è in chetosi, maggiori sono le possibilità di sperimentare questo fenomeno con i chetoni esogeni.
  • L’aumento dei livelli di chetoni può aiutare a frenare le voglie e a controllare la fame, con conseguente perdita di peso. Tuttavia, la ricerca non ha ancora stabilito se questa diminuzione dell’appetito si traduca in un aumento apprezzabile della perdita di grasso.
  • L’organismo può smettere di produrre chetoni se si ingeriscono chetoni esogeni. Se dopo 3-4 ore si verifica una diminuzione dei livelli di energia e dei sintomi dell’influenza chetogenica, è probabile che si sia interrotta la produzione dei propri chetoni.

Durante questa sfida di 10 giorni, non è possibile ottenere riduzioni significative della perdita di grasso. È più probabile che la quasi totalità della perdita di peso derivi quindi dalla perdita di acqua.

I benefici di KETO//OS, in sostanza, sono molto meno certi degli effetti collaterali.

Recensione di Keto OS PRO.

KETO OS PRO è la versione proteica del NAT.

Si tratta di un integratore proteico che fornisce gli aminoacidi necessari per stimolare la sintesi proteica muscolare senza trascinarti fuori dalla chetosi.

Come nel caso di KETO OS NAT, Prüvit utilizza un gergo scientifico in modo piuttosto aggressivo per vendere la sua polvere proteica, senza però fornire prove a sostegno delle sue affermazioni.

Sebbene sia vero che un’elevata assunzione di proteine può favorire la chetosi, per farlo sono necessarie molte più proteine dei 6 grammi per porzione di KETO OS PRO.

Se si vuole ottenere il massimo dai propri allenamenti, non sarà sufficiente assumere Keto OS PRO da solo. Sarà necessario assumere anche un’altra polvere proteica, con un ulteriore aumento dei costi.

Che dire di Keto OS NAT LITE?

KETO OS NAT Lite è quasi identico a KETO OS NAT, ma con una dose molto inferiore di chetoni esogeni.

Motivo? Non si sa.

Esistono cause legali contro Prüvit?

L’azienda ha avuto più di qualche contenzioso, e alcuni sono ancora in corso.

Ecco i principali.

BBB contro Prüvit.

Nell’agosto del 2018, il Better Business Bureau ha emesso un avviso alla società in merito a uno schema di reclami dei clienti su alcune delle loro pratiche.

L’attenzione si è concentrata in particolare sul tempo necessario per onorare un rimborso, sulla creazione di abbonamenti senza l’autorizzazione del cliente, e su termini e condizioni poco chiari.

I clienti Prüvit lamentano una serie di problemi frequenti:

  • Qualità del prodotto Keto//OS
  • Pubblicità/vendite ingannevoli
  • Problemi di fatturazione
  • Servizio clienti estremamente scadente
  • Le persone riferiscono continuamente di non ricevere risposta da Prüvit in alcun modo dopo aver provato a contattarli e presentare un reclamo.

Sebbene l’azienda non sia accreditata presso la BBB, ha un rating B e ha creato un piano per affrontare questi problemi.

La BBB ha dichiarato che continuerà a monitorare l’azienda per assicurarsi che vengano rispettati gli impegni.

https://www.bbb.org/

FTC contro Prüvit.

Nell’aprile 2020, Prüvit Ventures, Inc ha ricevuto una lettera di avvertimento dalla FTC in merito alle affermazioni fatte sui prodotti Prüvit.

In primo luogo, vi erano post sui social media che affermavano che i prodotti avrebbero trattato o curato la COVID-19.

In secondo luogo, sui social media venivano fatte affermazioni finanziarie che gonfiavano i guadagni di un Promoter.

Ad oggi, questi post sono stati rimossi.

https://www.ftc.gov/

Al momento non ci sono ancora informazioni su un accordo per la causa Prüvit.

ERC contro Prüvit.

È in corso una causa contro Prüvit, avviata da un’organizzazione chiamata Environmental Research Center.

Il 5 giugno 2020, l’Environmental Research Center ha presentato un avviso di violazione della legge californiana “Proposition 65” contro Prüvit Ventures per 13 dei suoi prodotti contenenti presumibilmente piombo.

https://oag.ca.gov/

L’azienda sostiene che Prüvit contiene livelli di piombo nei suoi prodotti superiori al parametro di riferimento Prop 65 della California.

https://unicourt.com/

Effetti collaterali di KETO//OS Prüvit.

Nessuno vuole assumere un integratore considerato sicuro, per poi essere colpito da terribili effetti collaterali.

Sebbene non siano stati segnalati effetti collaterali dovuti ai prodotti Prüvit, dobbiamo comunque guardare agli ingredienti.

Gli effetti collaterali più comuni degli ingredienti di integratori chetonici sono nausea, diarrea e mal di stomaco.

Altri possibili effetti collaterali sono:

  • mancanza di energia,
  • irritabilità,
  • stanchezza,
  • mal di testa,
  • palpitazioni,
  • diarrea/ costipazione,
  • vertigini e
  • affaticamento.

Alcuni utenti possono anche sperimentare effetti diuretici, lievi mal di testa e nausea a causa della presenza di caffeina.

Prüvit paragona gli effetti collaterali dei suoi integratori di chetoni esogeni agli effetti collaterali dell’inizio della dieta chetogenica.

Proprio come nei primi giorni di dieta chetogenica, i prodotti KETO//OS hanno un effetto diuretico che può portare a una carenza di acqua e minerali.

Ecco a cosa sono dovuti i potenziali effetti collaterali dei chetoni esogeni, a prescindere dal produttore:

Problemi digestivi – Uno degli effetti collaterali più comuni degli integratori di chetoni esogeni è il mal di stomaco, che comprende diarrea e crampi.

Alito cattivo – Durante la prima settimana di dieta chetogenica, l’acetone (uno dei corpi chetonici) viene creato in quantità tali da poter essere espirato a ogni respiro. Questo stesso fenomeno può verificarsi anche con l’assunzione di chetoni esogeni.

Alti livelli di sodio – Come già detto, il contenuto minerale dei sali chetonici è estremamente elevato.

Se non si modifica nient’altro nella dieta, questo prodotto può comportare un rischio significativo di pressione alta, danni ai reni o squilibri elettrolitici. Soprattutto, se si assume un qualunque sale chetonico senza modificare la dieta o l’esercizio fisico, come suggerirebbe il marketing.

Glicemia bassa – Gli integratori di chetoni possono ridurre significativamente i livelli di zucchero nel sangue, per cui è importante che chi soffre di diabete consulti il proprio medico prima dell’uso.

Gusto sgradevole – Sebbene i sali chetonici siano molto più tollerabili da bere rispetto agli esteri chetonici, la principale lamentela dei consumatori di Keto//OS è che l’integratore ha un sapore sgradevole.

Questo ovviamente non invoglia al consumo giornaliero.

Costo Mensile – Prüvit raccomanda due dosi di Keto OS NAT al giorno per “prestazioni ottimali”. Ciò equivale a spendere circa 100 euro in più a settimana in cambio di un aumento dei livelli di chetoni per 3-4 ore.

Ne vale la pena?

Alimentazione disordinata – Nonostante Prüvit promuova uno stile di vita sano, cheto o low carb, il suo marketing e il suo materiale educativo offrono la possibilità di un rapido accesso alla chetosi, senza adeguata alimentazione.

Una soluzione apparentemente magica per la perdita di grasso, senza alcuna prova legittima a sostegno delle sue affermazioni.

Di conseguenza, le persone che acquistano Keto//OS come scorciatoia, potrebbero non sentire il bisogno di ricalibrare la propria dieta e il proprio stile di vita, ma potrebbero correre il rischio di considerarla una sorta carta per uscire gratis dalla prigione, ed essere portati ad assumere altri comportamenti alimentari sconsigliabili.

Non è raro vedere gente sui Social abbuffarsi di cibo spazzatura, con la scusa che penseranno i chetoni esogeni a “ripulire” il danno.

Tenendo conto di questi effetti collaterali e dei potenziali pericoli, abbiamo un’altra domanda fondamentale da affrontare: i prodotti KETO/OS sono sicuri per l’uso a lungo termine?

Questo, al momento, è un quesito privo di risposta.

Pericoli e controindicazioni dei chetoni esogeni Prüvit.

Prüvit Keto//OS è probabilmente sicuro nelle persone sane, soprattutto se assunto per un breve periodo.

Inoltre, gli effetti a lungo termine della combinazione di una dieta non chetogenica con integratori di chetoni esogeni sono del tutto sconosciuti.

Sono necessarie ulteriori ricerche prima di comprendere appieno i potenziali benefici e rischi.

La ricerca sugli integratori di chetoni esogeni è attualmente limitata, e gli studi sui loro potenziali benefici sono in corso.

Le ricerche pubbliche sono concentrate sugli esteri chetonici, e le aziende non stanno conducendo esperimenti utili sui sali.

Solo attraverso gli studi scientifici, si comprenderanno meglio le applicazioni e i limiti dei chetoni esogeni.

Per la maggior parte delle persone, non ci sono pericoli legati ai chetoni esogeni di cui preoccuparsi, purché si rimanga idratati.

L’eccezione è rappresentata dai diabetici, che potrebbero subire un aumento eccessivo dei livelli di chetoni, con conseguente chetoacidosi.

Consultare il medico è fondamentale prima di assumere questo integratore chetogenico esogeno, se si ha una storia clinica di:

  • Problemi renali
  • Ipertensione arteriosa
  • Diabete
  • Malattie cardiache
  • Colesterolo alto
  • Problemi al fegato

Il produttore sconsiglia l’uso dell’integratore in caso di gravidanza, allattamento o condizioni farmacologiche preesistenti.

Inoltre, raccomanda di consultare un medico prima di utilizzarlo su bambini di età inferiore ai 18 anni.

L’azienda afferma che se si utilizzano farmaci da prescrizione o da banco, se non si è a conoscenza delle proprie condizioni mediche attuali, se si hanno condizioni mediche preesistenti, è bene consultare il proprio medico prima dell’uso.

Rischi potenziali degli integratori di chetoni e della dieta Keto.

I ricercatori hanno osservato che la dieta Keto può portare a rischi cardiovascolari nel tempo a causa dei suoi effetti sfavorevoli sui livelli di colesterolo, motivo per cui dovrebbe essere sempre supervisionata dal medico.

Molti integratori di chetoni sul mercato promettono una cura miracolosa: tutti i benefici per la salute della dieta keto, senza la necessità di seguire una dieta keto.

Prima di fare il grande passo con un nuovo integratore di chetoni esogeni, assicurati di sapere tutto quello che c’è da sapere sul prodotto.

Ma soprattutto: assicurati di parlare con il tuo medico di fiducia! Il tuo medico saprà dire meglio di voi se il vostro corpo e la vostra salute sono all’altezza di una dieta chetogenica o addirittura di un integratore di chetoni esogeni.

Dovresti assumere KETO//OS?

Se consideriamo tutto ciò che abbiamo analizzato in questo articolo, i chetoni esogeni di KETO/OS non sono poi così miracolosi come vorrebbero farci credere i Promoter Prüvit.

Gli studi condotti sui ratti e sugli esseri umani suggeriscono che la dieta chetogenica apporta maggiori benefici rispetto alla semplice integrazione con chetoni esogeni come KETO//OS.

Questo perché l’alimentazione chetogenica basata su chetoni endogeni, spinge il nostro organismo a diversi adattamenti benefici, e nello stile alimentare, che i chetoni esogeni non producono.

Per questo motivo, la stessa Prüvit suggerisce di seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati per ottenere il massimo da KETO//OS, e io sono d’accordo al 100% con questa raccomandazione.

Tuttavia, la domanda su quando di preciso si dovrebbe integrare il prodotto è incerta.

Si deve assumere prima di iniziare la dieta chetogenica, durante la prima settimana o dopo l’adattamento alla chetogenesi?

Quando è possibile sospendere l’assunzione?

Gli studi sui ratti suggeriscono che l’integrazione di chetoni può aiutare l’adattamento alla dieta chetogenica, ma l’unico studio sull’uomo ha rilevato che i chetoni esogeni possono diminuire la produzione di chetoni da parte del fegato.

Questo significa che accelererà la transizione alla chetogenesi e renderà la dieta più facile, oppure che rallenterà la scalata alla chetosi?

A questo punto, l’unica cosa certa è che la dieta chetogenica è il modo più sicuro ed economico per entrare in chetosi a lungo termine.

E che i chetoni esogeni potrebbero essere una spesa superflua.

Anche l’integrazione con KETO//OS è sicura, ma il suo effetto individuale è del tutto incerto.

Nemmeno le recensioni su Amazon riescono a darci una risposta chiara.

Alcuni sostengono che KETO//OS li abbia aiutati a perdere peso, altri che abbia potenziato le funzioni cognitive e l’energia, altri ancora che non faccia assolutamente nulla.

Queste incongruenze possono essere attribuite alla genetica, al cheto-adattamento, alla salute dell’intestino e ai fattori dello stile di vita che influiscono sul modo in cui il corpo utilizza il prodotto.

L’unico modo per scoprirlo, è provarli.

Ma sconsigliamo di farlo, finché non verranno notificati al Ministero.

Quanto costano gli integratori chetonici Prüvit?

Il Keto O//S NAT di Prüvit viene attualmente venduto a 130 dollari americani (179,55 dollari canadesi) per una confezione da 20 dosi, pari a 6,50 dollari americani (8,98 dollari canadesi) per dose.

Anche se il programma SmartShip di Prüvit può ridurre il costo da 6,50 dollari a porzione a 3,81 dollari, ritengo che sia decisamente troppo costoso.

Gli integratori della concorrenza costano infatti in media dal 50 al 70% in meno.

Inoltre, non piace il fatto che dovresti impegnarti ad acquistare 20 dosi al mese per ottenere questo prezzo, dato che non ne avrai necessariamente bisogno ogni mese.

Con altri integratori di chetoni esogeni, è possibile ordinare la quantità minima che si desidera, quando si vuole.

Politica di rimborso e garanzia “Soddisfatti o Rimborsati”.

L’azienda offre un periodo di 30 giorni e fino a 90 giorni per fornire un rimborso completo se non si è soddisfatti del prodotto, al netto delle spese di spedizione e gestione.

È necessario però restituire la parte inutilizzata del prodotto, e puoi farlo solo se le bustine non sono aperte.

Quindi, i chetoni esogeni Prüvit funzionano?

Secondo noi sì, ma non nel modo in cui la maggior parte delle persone spera che funzionino.

Infatti, il loro unico scopo è fornire energia senza ricorrere ai carboidrati.

Non c’è alcun vantaggio, altrimenti, nell’usare Prüvit senza seguire anche la dieta keto.

E di certo non sono la chiave magica per una facile perdita di peso.

Inoltre, non esistono studi clinici a sostegno delle affermazioni contenute nei materiali di marketing di Prüvit.

Pertanto, non possiamo dire se funziona come una dieta chetogenica.

Non consigliamo i chetoni Prüvit.

Non ci è chiaro a chi questo prodotto sia specificamente destinato, e non crediamo che possa apportare benefici alla salute di una persona media.

Per i pazienti con condizioni specifiche che possono richiedere una dieta chetogenica, come il diabete, consigliamo di chiedere consiglio al proprio medico curante.

In generale, riteniamo che per i consumatori interessati alla chetosi, sia più logico raggiungere lo stato keto con la dieta piuttosto che con la scorciatoia dei chetoni esogeni.

Questi ultimi sembrano inutilmenti costosi e privi di senso, dal momento che non è possibile capire se funzionano davvero, e che è comunque possibile ottenere lo stesso risultato con la semplice dieta, senza spendere 400 euro al mese.

Non esistono studi che dimostrino che i SALI chetonici esogeni, uno dei quali è il beta-idrossibutirrato, funzionino davvero per portare un essere umano in chetosi.

Inoltre, sono costosi per la maggior parte delle persone, e difficili da assumere e mantenere (hanno un sapore terribile).

In più, la maggior parte degli studi disponibili ha esaminato i benefici degli esteri chetonici.

Ma non dei sali chetonici, che si trovano negli integratori più diffusi, come Keto//OS di Prüvit.

A causa delle informazioni limitate sull’efficacia e la sicurezza di questi integratori, e del loro costo elevato, potrebbe essere una buona idea non investire negli integratori Keto//OS fino a quando studi scientifici più approfonditi non ne dimostreranno i benefici.

Poiché si sa poco degli effetti che i chetoni esogeni possono avere su persone diverse, è sempre meglio consultare il proprio medico prima di assumere questo tipo di integratori.

E ricorda che in Italia sono illegali.

Alternative ai chetoni esogeni Prüvit.

Purtroppo per gli interessati, nessun prodotto contenente chetoni esogeni è autorizzato alla vendita né in Europa, né in Italia.

L’alternativa migliore a Prüvit è quella di seguire una dieta scrupolosa, sotto osservazione del proprio medico, per raggiungere la chetosi in modo naturale e sostenibile, senzaaiutini e prodotti miracolosi.

La dieta chetogenica è costosa, ma lo sarebbe ancora di più se spendessi oltre 400 euro al mese per un integratore che fa poco o nulla.

In più, non essendo autorizzato alla libera vendita, non sarai protetto in caso di effetti indesiderati.

Naturalmente, questo comporta molto più impegno da parte tua, e un regime dietetico rigoroso, ma tra tutte le opzioni dietetiche, la dieta chetogenica è quella che potrebbe offrirti risultati rapidi e ha un grande sostegno scientifico.

Per ottenere risultati a lungo termine, gli esperti medici e i ricercatori concordano sul modo migliore per perdere peso e mantenerlo è semplice: mangiare sano e fare spesso esercizio fisico.

Studi scientifici sui chetoni esogeni Prüvit.

Prüvit ha una sezione dedicata agli studi sul loro sito web, ma non dice molto e non porta a dimostrazione nessuno studio fatto sui loro prodotti.

Ad oggi, tutto ciò che ruota attorno ai sali chetonici appare come nient’altro che pseudoscienza.

Eppure, Prüvit afferma di avere pagine e pagine di ricerche che dimostrano l’efficacia non solo di KetoNAT, ma anche di C-Med nella riparazione del DNA, nella concentrazione e nell’antinvecchiamento.

Visto che tutte queste affermazioni su Prüvit sono aziendali, e non semplici affermazioni dei Promoter, ho esaminato ogni singolo “studio”.

Partiamo dall’evidenza più chiara: gli studi che Prüvit mette a disposizione del pubblico sono più focalizzati sul C-Med, che sui sali chetonici.

D’altronde, lo stesso Dr. Ryan Lowery – uno degli esperti di Keto OS di Prüvit, e CEO di Ketogenic.com – afferma in uno dei suoi tanti podcast che Keto//OS, con l’aggiunta di un ingrediente chiamato C-Med 100®, avrebbe la…

“chiave giusta per le vostre cellule che riconosce e apre la porta ai chetoni per entrare ed essere utilizzati a livello cellulare”.

Purtroppo, dopo aver esaminato le prove, questo è un altro esempio di affermazione fuorviante e assolutamente priva di significato riscontrabile nel marketing Prüvit.

Ma procediamo con ordine.

La sezione di Prüvit dedicata alla ricerca medica mette in evidenza alcuni interessanti studi medici su C-Med 100, che è possibile consultare grazie a ben due volumi disponibili online.

Qui il primo, di 304 pagine: C-med_studies_volume_1.pdf

Qui il secondo, di 185 pagine: C-med_studies_volume_2.pdf

Ricordo che il C-Med non è altro che il vecchio nome commerciale di una formula “riservata” contenente corteccia interna di Uncaria Tomentosa, nota in italiano come Unghia di Gatto (da non confondere con l’artiglio del diavolo).

Oggi l’azienda chiama il C-Med “AC-11”.

Perché Prüvit continui a mantenere il vecchio nome, non è dato saperlo.

Contrariamente a quanto tu possa credere, le 489 pagine sono facilmente riassumibili in poche parole.

Il volume 1 contiene 27 documenti totali.

Uno studio suggerisce che l’integrazione con una compressa di C-Med da 250-350 mg ha provocato meno danni al DNA (rispetto a cosa? Non si sa).

Un secondo studio suggerisce che l’integrazione con 700 mg di C-Med al giorno, dopo aver ricevuto un vaccino contro lo pneumococco, ha mostrato un “rafforzamento immunitario”.

Se questo rafforzamento sia dovuto al vaccino, o al C-Med, non è dato saperlo.

Se consideriamo che la dose di C-Med di Keto//OS nei prodotti Prüvit è di soli 126 mg, anche considerando l’assunzione per due volte al giorno, Prüvit non è all’altezza delle quantità che “funzionano”.

Un terzo studio riguarda la riparazione del DNA con un prodotto diverso da C-Med.

Un quarto riguarda i livelli sierici di tiolo nei pazienti chiropratici, che non è assolutamente correlato né al C-Med, né a Prüvit.

Il resto degli studi presenti nel volume 1 non è altro che una raccolta di ritagli di pagine di libri di testo o di articoli, non studi veri e propri.

È presente, inoltre, un “certificato di analisi” di un laboratorio del 2010, del tutto scollegato dal resto dei materiali.

Il volume 2 contiene 12 documenti totali.

I primi sono dedicati alle ricerche sullo schiarimento della pelle condotte dall’azienda cosmetica Estee Lauder, che utilizza il C-Med per uso topico, come ingrediente per le creme.

Cosa questo dovrebbe avere a che fare con una bevanda ai chetoni, non è dato sapere.

Un altro paio di studi, condotti su cellule umane, dimostrano come un prodotto diverso, applicato per via topica, aiutasse a prevenire le scottature solari e i danni al DNA.

Anche questo, appare piuttosto inutile.

In sostanza, su 39 documenti totali, solo una appare recente, e del 2012.

La maggior parte è stata realizzata negli anni ’90 e nei primi anni 2000.

Se il C-Med è così straordinario, perché non sono state condotte ricerche più recenti sull’uomo, negli ultimi 10 anni?

Tutto sommato, entrambi i volumi appaiono totalmente inutili.

Anche se per i Promoter si tratterebbe di “pagine di ricerca che testimoniano l’efficacia”.

La verità è che C-Med non presenta prove convincenti per convalidare le affermazioni relative all’immunità, all’anti-invecchiamento o alla concentrazione.

E nemmeno Prüvit.

Prüvit fornisce invece alcuni articoli e ricerche sulla dieta keto.

Anche se è vero che questa dieta ha una ricerca alle spalle, ricorda che Prüvit non vende una dieta keto.

SAnzi, vende un’alternativa, o meglio una scorciatoia, alla dieta chetogenica tradizionale.

Se si esaminano gli studi forniti sul sito web di Prüvit con attenzione, si noterà infatti come dimostrino tutti più l’efficacia dei chetoni endogeni prodotti da una dieta keto tradizionale, che l’utilità di integrare con i chetoni esogeni.

Gli studi esplorano infatti gli effetti positivi della dieta chetogenica, della chetosi e dei chetoni endogeni.

I due studi sull’uomo che hanno riscontrato che la chetosi migliora le funzioni cognitive, ad esempio, hanno utilizzato come trattamento l’olio MCT e una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati, non i chetoni esogeni.

Un piccolo studio indipendente del 2017 non presente nei documenti Prüvit, ha rilevato invece che i chetoni esogeni possono compromettere in effetti la concentrazione.

https://cdnsciencepub.com/doi/abs/10.1139/apnm-2017-0724#.W3Km6JMzbUJ

La verità è che anche dopo oltre 30 anni dalla scoperta, la ricerca sui chetoni esogeni è carente.

Altri studi più recenti (del 2015, 2017 e 2018) hanno rilevato che gli integratori di chetoni esogeni in realtà inibiscono la lipolisi (ovvero la combustione dei depositi di grasso a scopo energetico).

https://www.virtahealth.com/blog/ketone-supplements

Del resto, perché non dovrebbero?

Come abbiamo scoperto prima, perché il corpo dovrebbe bruciare i propri depositi di grasso per produrre chetoni, se glieli si fornisce bevendo due volte al giorno?

Alcuni studi suggeriscono che i chetoni esogeni possono avere un effetto positivo sulle prestazioni degli atleti, ma nulla per la perdita di peso, per “bruciare i grassi” o per entrare in chetosi, senza una dieta cheto.

I chetoni esogeni non hanno alcuna prova convincente a sostegno della loro promessa.

E per quanto riguarda le prestazioni durante l’esercizio fisico?

Non ci sono molte ricerche sull’uomo, ma uno studio recente su atleti amatoriali ha dimostrato che i chetoni esogeni non hanno migliorato il tempo di completamento di una corsa di 5 km.

E gli studi che effettua la Nasa?

Sono tutti incentrati sugli esteri chetonici, non sui sali.

La verità è che la “ricerca scientifica” di Prüvit è inesistente.

Si tratta di bufale.

I chetoni esogeni non fanno entrare in chetosi nutrizionale come una dieta chetogenica.

I chetoni esogeni aumentano i livelli di chetoni nel sangue, ma diminuiscono la produzione di chetoni da parte del fegato nel breve periodo.

Non aiutano a perdere peso.

E hanno un sapore orribile.

In altre parole, la dieta chetogenica è nettamente superiore all’integrazione di chetoni esogeni per quanto riguarda la funzione cognitiva.

La dieta chetogenica è nettamente migliore anche per la perdita di peso e la riduzione dell’insulina.

Ma si tratta comunque di conclusioni tratte da studi sui ratti, che potrebbero non essere applicabili all’uomo.

Tuttavia, se combiniamo questi risultati con gli studi sulla dieta chetogenica negli esseri umani, sembra che la dieta chetogenica fornisca i maggiori benefici rispetto agli integratori di chetoni esogeni come KETO//OS NAT o KETO//OS PRO.

Per concludere, parliamo di Prüvit in Europa e Italia.

Gli integratori in Europa sono considerati alimenti, e come tali, dovrebbero contenere solo ingredienti consumati abitualmente dalla popolazione locale.

I chetoni non sono un ingrediente largamente usato dagli Europei.

Pertanto, i chetoni vengono classificati come Novel Food.

Qui alcune foni in merito:

https://www.justvitamins.co.uk/blog/raspberry-ketones-are-now-a-novel-food/
https://ketosource.co/ketone-salts-novel-food-status/
https://www.hfma.co.uk/
https://norden.diva-portal.org/smash/get/diva2:1287921/FULLTEXT02.pdf

L’Unione Europea li considera “Novel Foods”, e come tali, devo essere inseriti in un’apposita tabella speciale, prima di essere commercializzati in Italia (e in Europa).

Per inserire un “novel food” in un integratore, devi fare richiesta alla commissione europea, e attendere che ti dicano “SI, puoi”.

Prüvit ha fatto richiesta in Europa per la commercializzazione, ma non ha mai ricevuto il sì dell’Unione Europea.

Qui il documento che lo testimonia.

https://ec.europa.eu/food/sites/food/files/safety/

Come scritto nella richiesta, è Prüvit stessa ad affermare:

“The three synthetic beta hydroxybutyrate salts under this application have no history of safe use in the EU”.

Sai cosa significa?

“Non esistono studi clinici sula sicurezza nel consumo di questi tre sali in Europa”.

Motivo per cui il loro uso in Europa non è autorizzato, e non lo sarà a breve.

Stesso motivo per cui Prüvit non può produrre né vendere i suoi prodotti in Europa, né in Italia.

La Comunità Europea stabilisce che un Novel Food può essere distribuito in Europa, solo se si riesce a dimostrare un track record di sicurezza di almeno 25 anni in Paesi extra-Europei:

https://www.efsa.europa.eu/it/topics/topic/novel-food

Quindi, serviranno almeno altri 20 anni, prima che l’Europa possa approvare la vendita di chetoni.

Ecco perché in Italia i chetoni Prüvit non sono stati ancora notificati, e non lo saranno a breve.

Secondo l’Antitrust, vendere integratori non notificati, è una violazione del Codice del Consumo che ricade nella “pubblicità ingannevole”:

https://portolano.it/news/

I Chetoni inoltre non potranno mai essere venduti come “dimagranti”, poiché in Italia vige il divieto di presentare gli integratori come dimagranti (dal Codice di Autodisciplina pubblicitaria):

https://www.iap.it/codice-e-altre-fonti/

Ecco perché Prüvit in Italia non ha motivo di esistere, e non lo avrà mai, e tu dovresti proprio evitare di promuoverne i prodotti.

Inoltre, non essendo prodotti autorizzati alla vendita, in caso tu o i tuoi clienti subiate effetti indesiderati, non sarete tutelati dal Codice del Consumo.

Perché sconsiglio di vendere Prüvit in Italia o in Europa.

Il marketing di Prüvit suggerisce che i consumatori possono entrare in chetosi senza fare alcun lavoro o seguire una dieta cheto. Tuttavia, abbiamo capito adesso che questo, seplicemente, non è vero.

L’eccesso di sodio contenuto in questo integratore può inoltre causare gravi effetti collaterali, tra cui disidratazione e danni renali.

Prüvit utilizza anche la caffeina come soppressore dell’appetito, il che può dare ai consumatori l’illusione che il prodotto bruci i grassi, mentre in realtà stanno semplicemente mangiando meno perché i segnali di fame vengono bloccati.

Troppa caffeina può anche causare ansia e aumento del battito cardiaco.

Nel complesso, Prüvit Keto//OS non è tutto ciò che sostiene di essere.

Il marketing dei Promoter è intenzionalmente fuorviante per raggiungere un pubblico più ampio di consumatori che in realtà non intendono seguire una dieta chetogenica, e sono solo alla ricerca di una scorciatoia per dimagrire senza fatica.

I chetoni esogeni devono sempre essere assunti con cautela e sotto la supervisione del medico.

Come ammette la stessa azienda Prüvit, i chetoni sono una fonte di energia.

Non servono a dimagrire.

Una dieta chetogenica serve a trasformare il grasso che accumuli, in chetoni endogeni.

I chetoni endogeni vengono consumati come energia, e nel frattempo dimagrisci.

Ma se assumi i chetoni dall’esterno, il tuo corpo brucerà direttamente quelli, e il grasso del tuo corpo resterà intatto, proprio perché il tuo corpo non sentirà il bisogno di trasformare il tuo grasso in energia.

È ciò che avviene in qualunque dieta: se non mangi abbastanza carboidrati che il tuo corpo può trasformare in energia, il tuo corpo trasformerà il grasso in energia, e tu dimagrirai.

Ma se mentre sei a dieta, ogni giorno mangi una fetta di torta, il tuo corpo trasformerà quella fetta di torta in energia, e non avrà bisogno di trasformare il tuo grasso esistente, e tu non dimagrirai.

Ecco perché è importante distinguere tra chetoni esogeni ed endogeni, se punti al dimagrimento.

Ed ecco perché i chetoni esogeni non servono a nulla in una dieta dimagrante, e sconsiglio di venderli.

Per concludere…

Ti svelo un trucco magi-misterioso:

Se sostituissi i chetoni Prüvit con il tè freddo alla pesca senza zucchero, e lo usi con le stesse modalità consigliate per i chetoni, scoprirai che perderai peso pure con tè freddo.

Risparmiando circa 400 euro al mese.

Antonio Russo
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments